La notte – Giornata della memoria

In occasione della Giornata della Memoria, il Circolo Acli ‘Lamberto Valli’, in collaborazione con il Comune di Forlì, propone la lettura di alcuni passi tratti dal capolavoro La notte di Elie Wiesel.

La serata, presieduta dall’assessore alle Politiche Educative del Comune di Forlì Gabriella Tronconi, sarà introdotta dalla testimonianza di un profugo etiope.

L’evento è in programma martedì 29 gennaio alle 21 nella chiesa di S. Antonio Abate in Ravaldino (Corso Diaz 105, a Forlì), con le voci narranti di Rita Bassi, Marco Mosti e Andrea Panzavolta, e con Filippo Pantieri all’organo.

La notte è un romanzo autobiografico di Elie Wiesel che racconta le sue esperienze di giovane ebreo ortodosso deportato insieme alla famiglia nei campi di concentramento di Auschwitz e Buchenwald.

Wiesel venne liberato dal campo di Buchenwald il 13 aprile 1945 in seguito all’avanzata delle forze alleate. L’orrore vissuto nei campi di concentramento e sterminio nazionalsocialisti gli aveva fatto perdere la fede in Dio e nell’umanità e per dieci anni rifiutò di ricordare le sue esperienze di prigionia. Nel 1955 Wiesel, superando il suo trauma, pubblicò in lingua yiddish a Buenos Aires un corposo volume che trattava delle esperienze della sua deportazione.

Nel maggio dello stesso anno lo scrittore François Mauriac persuase Wiesel a scrivere in lingua francese la sua storia, abbreviandola rispetto all’opera originale in yiddish, in maniera che essa potesse essere letta da un maggior numero di persone. Cinquant’anni dopo la sua prima pubblicazione (1958) la breve novella, poco più di cento pagine, descritta come devastante nella sua semplicità, si posiziona tra i classici della letteratura sulla Shoah insieme a Se questo è un uomo di Primo Levi ed al Diario di Anna Frank.

Eliezer Wiesel (Sighetu Marmației, 30 settembre 1928)
È uno scrittore rumeno naturalizzato statunitense di cultura ebraica e di lingua francese, sopravvissuto all’Olocausto. Ha scritto le sue memorie e le sue esperienze in numerosi libri.Ha ricevuto il Premio Nobel per la pace nel 1986. Oggi vive negli USA.